Con Linda e Luca ...: Foto Posts Libri
Scuola: Cabri - Disegni - Sketchup

venerdì 25 luglio 2014

Tic Tac

La Tac.
Il tumore al linfonodo addominale è dimuito.
Ma non abbastanza.
Mi toccano altre 7 infusioni chemioterapiche. Ora ad agosto.
E poi, probabilmente, anche radioterapia.

Non l'ho presa troppo male.
Però è pesante perché speravo in un periodo un po' più leggero,
specialmente per i bimbi.

_____


Qua, per chi non le avesse viste,
ci sono foto dei bimbi sulla cupola.



ciao.

martedì 1 luglio 2014

Chemio 21: ultima.

Solo adesso ho capito che i giorni in cui faccio chemioterapia sto meglio,
perchè mi imbottiscono di farmaci contro gli effetti collaterali,
poi l'effetto di questi farmaci passa e la sensazione di malessere arriva forte.

Comunque quella di oggi era l'ultima infusione 
e la sensazione che d'ora in poi devo solo smaltire le sostanze tossiche
e recuperare energie, mi fa stare bene.

In tanti mi avete aiutato in questo periodo.
E' stato un periodo duro in effetti, durissimo, 
forse, psicologicamente, più duro di quanto avessi immaginato prima di iniziare.
Ed il vostro aiuto per me è stato molto importante.
Poter, ed in certo senso dover, sempre raccontare come andavano le cose
e poter sentire delle risposte, dei commenti, dei consigli e soprattutto l'affetto 
è stato davvero di aiuto. Mi ha costretto a continuare a pensare,
a continuare a cercare di vedere gli eventi con uno sguardo  più pulito
rispetto a quello che poteva essere il mio, alterato dal malessere.
Vi ringrazio con affetto, anche se so che non è necessario
ma è un modo per dire che ora più che mai vi voglio bene.

I bimbi, come dicevano Manuela e Liliana negli ultimi commenti,
hanno tanta energia ed hanno fatto la differenza.
Immaginavo che sarebbero potuti crollare difronte a tutte le difficoltà da affrontate,
difronte a tutte le mie assenze e difronte a tutto il mio malessere fisico,
ed invece hanno retto bene, hanno capito, 
hanno trovato più di una strada per stare meglio ed anche per aiutare me.


Nel frattempo i bimbi sono anche cresciuti moltissimo, 
di testa e di fisico.
Tanti loro progressi non li ho raccontati. 
Ero troppo preso da altro.
Sono pronto adesso a tornare a scrivere di loro.

A luglio mi aspettano varie analisi e visite,
ma comincio a sentirmi fiducioso sul risultato delle analisi.
Ovviamente vi racconterò,
ma spero anche di tornare con post più poetici se sono capace.

E' strano, 
quando si sta facendo chemioterapia,
pur sapendo razionalmente che si tratta solo di un periodo
si ha la forte sensazione che il malessere possa durare per sempre
e questo pensiero rende tutto molto più difficile.
Forse si tratta di una mia debolezza,
di un mio modo di deprimermi,
ma così è per me, questo sono,
e questo vi ho raccontato.

Spero che valga anche il contrario:
quando sto bene, tutto mi sembra bello e pieno di possibilità,
e quello vi racconto.

ciao,
apertamente,
guzman.